• Digestori anaerobici

    Dalla digestione anaerobica dei residui organici viene prodotto un gas ricco in metano (biogas) che può essere purificato per essere immesso in rete o utilizzato per il trasporto, sostituendo il metano di origine fossile

  • L'impianto dimostrativo di Roncocesi

    Il primo impianto dimostrativo per la produzione di biometano per autotrazione dal trattamento del biogas da fanghi di depurazione

  • Dal biogas al biometano: l'upgrading

    L'upgrading consiste nella separazione dell’anidride carbonica e di altri componenti indesiderati dal biogas da discarica o da fanghi di depurazione.

  • Dal biogas al biometano: l'upgrading

    Lo skid di upgrading degli impianti dimostrativi di BioMethER su biogas da fanghi e biogas da discarica è basato sulla tecnologia a membrane

  • Dal biogas al biometano: l'upgrading

    Il biometano ottenuto dall’upgrading arriva ad ottenere un contenuto energetico comparabile a quello del gas naturale. La tecnologia di upgrading ottimale dipende dalle portate e dalle caratteristiche del biogas in entrata.

martedì 2 dicembre 2014

Autore: BioMethER
Nessun commento | martedì, dicembre 02, 2014
Dati raccolti dalla Anaerobic Digestion and Bioresources Association (ADBA) e forniti dai quattro distributori nazionali di gas naturale in Inghilterra, mostrano che il volume di biometano immesso in rete in Inghilterra ha subito un aumento esponenziale.

Ogni anno dal 2011 è raddoppiato il numero di impianti di upgrading e la capacità di produzione di biometano è più che quadruplicata nel solo 2014. Ad oggi, esistono 10 impianti di produzione di biometano per l'immissione in rete che producono quasi 1 TWh - dai 0.16 TWh dell'anno scorso.

Il presidente dell'Energy Institute commenta questi dati affermando di avere "a lungo creduto che il biometano potesse giocare un ruolo importante nella decarbonizzazione della domanda termica del Regno Unito. Successivamente alla visita all'impianto Rainbarrow in Dorset, ho realizzato che il settore del biometano stava facendo grossi progressi ma contemporaneamente incontrava numerosi ostacoli. Nel mio ruolo di Presidente dell'Energy Institute, ho quindi coinvolto tutti gli attori della filiera e sono molto soddisfatto nel constatare che i risultati ottenuti hanno superato quelli auspicati. Al momento stiamo lavorando per affrontare le barriere tecniche in modo tale che questa crescita possa continuare nel futuro."

Il CEO di ADBA aggiunge: "Dai dati sulla capacità produttiva di biometano in tutte le reti del Regno Unito, abbiamo scoperto che la capacità è triplicata annualmente dal 2011 e quadruplicherà quest'anno. Oggi appena 10 impianti di biometano coprono la domanda termica di circa 50,000 abitazioni, ed il numero di impianti può ancora raddoppiare nel corso dell'anno prossimo."

"Il decollo di questo mercato è una grande notizia per la sicurezza energetica e la vulnerabilità climatica dell'Inghilterra. Il biometano è una delle forme più efficienti di energia rinnovabile, che, in previsione di un 70% di dipendenza dalle importazioni dalle regioni più instabili del pianeta, potrebbe soddisfare più del 10% del fabbisogno interno di gas (all'incirca 40TWh) contribuendo allo stesso tempo a combattere i cambiamenti climatici. Quale risorsa stoccabile, flessibile e programmabile, il biometano può continuare a riscaldare le nostre case ed alimentare le nostre auto anche quando non splende il sole o non tira vento. Il fatto che i due terzi del fabbisogno energetico industriale del paese siano generati da reflui, scarti e rifiuti organici dimostra proprio quanto questi flussi siano in realtà risorse, e l'importanza della raccolta differenziata degli scarti alimentari." 

0 commenti:

Posta un commento