• Digestori anaerobici

    Dalla digestione anaerobica di biomasse residuali viene prodotto un gas ricco in metano (biogas) che può essere opportunamente trattato per essere immesso in rete o utilizzato per il trasporto, sostituendo il metano proveniente da fonti energetiche fossili.

  • A Roncocesi il primo impianto dimostrativo per la produzione di biometano per autotrazione dal trattamento di fanghi di acque reflue

    Il biogas prodotto dal trattamento acque verrà trattato da un impianto di upgrading appositamente progettato.

  • La discarica HERA

    La discarica HERA di Ravenna produrrà biometano da immettere in rete. Il primo impianto dimostrativo in Italia per la produzione di biometano per l'immissione in rete sarà realizzato nella discarica di Ravenna.

  • Il processo di upgrading

    L'upgrading consiste nella separazione dell’anidride carbonica e di altri component indesiderati dal biogas da discarica o da fanghi di depurazione attraverso diverse tecnologie. Il biogas così ottenuto arriva ad ottenere un contenuto energetico comparabile a quello del gas naturale (biometano). La tecnologia di upgrading ottimale dipende dalle portate e dalle caratteristiche del biogas in entrata.

mercoledì 7 gennaio 2015

Autore: BioMethER
Nessun commento | mercoledì, gennaio 07, 2015
In Europa, le biomasse producono energia termica ed elettrica pari a soddisfare il fabbisogno energetico del Belgio e della Slovenia insieme, rileva l'ultimo report della European Biomass Association che fa il punto sul biogas e biometano prodotti in Europa nel 2013.

Secondo il report, gli impianti di biogas in Europa sono più di 14.500, con numeri in continua crescita, soprattutto nei paesi del centro Europa: Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Polonia.
In Inghilterra, Svezia e Francia l'aumento degli impianti procede ormai da anni ad un tasso quasi costante. Situazione differente in Germania ed Italia dove si osserva invece una relativa stagnazione del numero di impianti.

Il biometano segue il trend in crescita del settore biogas: sono 282 gli impianti in Europa, per un totale di 1.303 miliardi di m3 di biometano prodotto, di cui quasi il 10% è destinato all'autotrazione.  

Guardando al futuro, la variazione degli schemi incentivanti in tutta Europa genera qualche preoccupazione, ma EBA si attiverà per garantire la continua crescita della produzione energetica da biomasse a livello europeo, data la sua cruciale importanza per la sicurezza energetica e la riduzione delle emissioni di CO2.


Impianti di biometano in Europa (anno 2013), fonte EBA

0 commenti:

Posta un commento