• Digestori anaerobici

    Dalla digestione anaerobica di biomasse residuali viene prodotto un gas ricco in metano (biogas) che può essere opportunamente trattato per essere immesso in rete o utilizzato per il trasporto, sostituendo il metano proveniente da fonti energetiche fossili.

  • A Roncocesi il primo impianto dimostrativo per la produzione di biometano per autotrazione dal trattamento di fanghi di acque reflue

    Il biogas prodotto dal trattamento acque verrà trattato da un impianto di upgrading appositamente progettato.

  • La discarica HERA

    La discarica HERA di Ravenna produrrà biometano da immettere in rete. Il primo impianto dimostrativo in Italia per la produzione di biometano per l'immissione in rete sarà realizzato nella discarica di Ravenna.

  • Il processo di upgrading

    L'upgrading consiste nella separazione dell’anidride carbonica e di altri component indesiderati dal biogas da discarica o da fanghi di depurazione attraverso diverse tecnologie. Il biogas così ottenuto arriva ad ottenere un contenuto energetico comparabile a quello del gas naturale (biometano). La tecnologia di upgrading ottimale dipende dalle portate e dalle caratteristiche del biogas in entrata.

mercoledì 7 ottobre 2015

Autore: BioMethER
Nessun commento | mercoledì, ottobre 07, 2015
Sulla base del successo di un progetto pilota, nel prossimo futuro, il Ludlow Food Centre, supermercato green dello Shropshire convertirà su base permanente i propri rifiuti alimentari in biometano. Nel pilota, oltre 20 tonnellate di rifiuti alimentari dalla struttura sono state utilizzate dalla società con sede a Woofferton, Lutra Ltd., per produrre biometano, in quantità sufficiente per alimentare un furgone per circa 27.500 km.

Il Ludlow Food Centre, lanciato nel 2007, offre prodotti alimentari freschi, locali, stagionali e artigianali, prodotti per l'80% dalle aree circostanti. Il centro, che è stato recentemente nominato il Grande Taste Shop of the Year ai nazionali Golden Fork Awards, fornirà rifiuti alimentari a Lutra su base continuativa.

Michael Chesshire, proprietario di Lutra, ha dichiarato in un'intervista alla BBC che il progetto pilota iniziato a febbraio si è rivelato un successo. Attualmente, il biogas viene utilizzato per il riscaldamento del digestore in loco, e in un sistema di riscaldamento. Ha dichiarato: "Questo è ancora un piccolo progetto, ma ha grosse potenzialità di crescita. Inizialmente operavamo con rifiuti provenienti da aziende agricole locali, ma poi abbiamo colto l'opportunità di lavorare con aziende come Ludlow Food Centre e un certo numero di pub e ristoranti locali. Al momento ci occupiamo della raccolta rifiuti di queste società due volte a settimana. Il successo della nostra partnership con Ludlow Food Centre dimostra che c'è un grande futuro per le piccole idee".

Il Food Centre Ludlow ha anche ottenuto nel mese di giugno l'autorizzazione per un parco solare di 5MW in una ex cava vicino Bromfield, che fornirà energia elettrica per il complesso.




Fonte: NGV Journal

0 commenti:

Posta un commento