• Digestori anaerobici

    Dalla digestione anaerobica di biomasse residuali viene prodotto un gas ricco in metano (biogas) che può essere opportunamente trattato per essere immesso in rete o utilizzato per il trasporto, sostituendo il metano proveniente da fonti energetiche fossili.

  • A Roncocesi il primo impianto dimostrativo per la produzione di biometano per autotrazione dal trattamento di fanghi di acque reflue

    Il biogas prodotto dal trattamento acque verrà trattato da un impianto di upgrading appositamente progettato.

  • La discarica HERA

    La discarica HERA di Ravenna produrrà biometano da immettere in rete. Il primo impianto dimostrativo in Italia per la produzione di biometano per l'immissione in rete sarà realizzato nella discarica di Ravenna.

  • Il processo di upgrading

    L'upgrading consiste nella separazione dell’anidride carbonica e di altri component indesiderati dal biogas da discarica o da fanghi di depurazione attraverso diverse tecnologie. Il biogas così ottenuto arriva ad ottenere un contenuto energetico comparabile a quello del gas naturale (biometano). La tecnologia di upgrading ottimale dipende dalle portate e dalle caratteristiche del biogas in entrata.

mercoledì 30 marzo 2016

Autore: BioMethER
Nessun commento | mercoledì, marzo 30, 2016
Dal recentissimo rapporto dell'EBA su alcuni casi di successo Europei in materia di gestione dei rifiuti urbani, il caso di Lubjana, sede dell'impianto KOTO, impianto per la digestione anaerobica di circa 130.000 tonnellate di rifiuti organici e scarti dell'industria della macellazione.

L'impianto, installato nel 2008 è stato oggetto nel 2014 grazie al progetto AlgaeBiogas di un upgrading con un pretrattamento con biomassa algale per trattare una parte del digestato (26,400 t/y) e allo stesso tempo aumentare la resa in biogas, che raggiunge i 1.800.000 m3/y. Il trattamento algale riduce le emissioni totali di CO2, utilizza l'eccesso di calore prodotto dal digestato, riduce gli impatti odoriferi e produce nuova biomass che può poi essere utilizzata come substrato o processata successivamente.

Il biogas prodotto ha un contenuto in metano del 73% e al momento viene utilizzato in cogenerazione, producendo annualmente 4GWh di energia elettrica, che copre il 50% del fabbisogno dell'impianto, e 2.8 GWh di energia termica.

Impianto di biogas KOTO, Lubjana




Fonte: European Biogas Association

0 commenti:

Posta un commento