• Digestori anaerobici

    Dalla digestione anaerobica di biomasse residuali viene prodotto un gas ricco in metano (biogas) che può essere opportunamente trattato per essere immesso in rete o utilizzato per il trasporto, sostituendo il metano proveniente da fonti energetiche fossili.

  • A Roncocesi il primo impianto dimostrativo per la produzione di biometano per autotrazione dal trattamento di fanghi di acque reflue

    Il biogas prodotto dal trattamento acque verrà trattato da un impianto di upgrading appositamente progettato.

  • La discarica HERA

    La discarica HERA di Ravenna produrrà biometano da immettere in rete. Il primo impianto dimostrativo in Italia per la produzione di biometano per l'immissione in rete sarà realizzato nella discarica di Ravenna.

  • Il processo di upgrading

    L'upgrading consiste nella separazione dell’anidride carbonica e di altri component indesiderati dal biogas da discarica o da fanghi di depurazione attraverso diverse tecnologie. Il biogas così ottenuto arriva ad ottenere un contenuto energetico comparabile a quello del gas naturale (biometano). La tecnologia di upgrading ottimale dipende dalle portate e dalle caratteristiche del biogas in entrata.

giovedì 4 agosto 2016

Autore: BioMethER
Nessun commento | giovedì, agosto 04, 2016
Grande affluenza alla quinta edizione di mcTER Bio-Gas, organizzato da EIOM in collaborazione con il CIB (Consorzio Italiano Biogas), evento verticale di riferimento in Italia dedicato alla filiera del biogas-biometano e alla cogenerazione da biogas e gassificazione: oltre 1.300, infatti, gli operatori specializzati intervenuti lo scorso 30 giugno a Milano.

Il tema del biogas e ultimamente soprattutto del biometano è del resto particolarmente caldo: il settore, infatti, offre notevoli potenzialità, molte delle quali ancora da esplorare. Riduzione delle emissioni di carbonio e affrancamento dall'uso dei combustibili fossili, sostenibilità della filiera e miglioramento del reddito agrario: argomenti estremamente attuali all'interno del panorama produttivo italiano, rispetto ai quali mcTER Bio-Gas ha rappresentato una preziosa occasione di confronto. Durante il convegno mattutino “Biogas e Biometano – Le nuove opportunità per il mercato”, infatti, si è parlato del presente e del futuro della filiera del biogas e del biometano, esplorandone le potenzialità e affrontandone le criticità.

All'interno dell'edizione 2016 di mcTER Bio-Gas si è parlato molto di biometano; per questo, uno degli obiettivi del convegno è stato quello di favorire il dibattito e il confronto circa il futuro del biometano in Italia, tra aspettative, criticità e opportunità di sviluppo. Ancora Lorenzo Maggioni ha introdotto l'argomento dell’upgrade da biogas a biometano, presentando con un interessante caso applicativo l'esperienza della Cooperativa agricola Assegnatari Associati Arborea; mentre Sami Shams Eddin (Azienda agricola Cominello) ha approfondito uno degli aspetti problematici della filiera, ossia l'utilizzo di sottoprodotti durante il processo di produzione del biometano. Al di là degli ostacoli da affrontare, comunque, un punto fermo emerso durante la giornata mcTER Bio-Gas ha riguardato l'enorme potenziale che offre il settore del biometano, tra cui la possibilità di essere utilizzato anche come energia per l'autotrazione; e da questo punto di vista, l'intervento di Paolo Vettori (Presidente Assogasmetano) è risultato veramente illuminante. Cristiano Fiameni (Direttore Tecnico CIG) si è invece concentrato, sempre in ambito biometano, su norme e aggiornamenti normativi.

Il convegno si è quindi concluso con gli interventi di Maurizio Bellandi (BTS Biogas) e Alessandro Tralli (CPL Concordia), che si sono concentrati sugli aspetti relativi alle ultime soluzioni applicative, le tecnologie più innovative e gli strumenti tecnici oggi a disposizione nella filiera del biometano e del biogas, mentre Maurizio Pastori (GM Green Methane) ha illustrato le ultimissime novità in campo di biometano e il ruolo decisivo che l'Italia ricopre all'interno del panorama internazionale per il suo utilizzo come fonte di energia alternativa e sostenibile.

McTER Bio-Gas si rivolge a tutti gli operatori coinvolti nel settore: responsabili tecnici, titolari di aziende agricole e zootecniche, progettisti, impiantisti, ingegneri, energy manager, utilizzatori di energia e calore dall’industria, dal terziario e dai servizi, studi tecnici e molti altri ancora. L'obiettivo? Favorire l'incontro, la condivisione e l'aggiornamento circa le ultime novità, soluzioni applicative e aspetti normativi che riguardano il mondo della cogenerazione da biogas e biometano, per creare sinergie e nuove e proficue opportunità di business.

Fonte: Comunicato Stampa McTER Bio-Gas




0 commenti:

Posta un commento