• Digestori anaerobici

    Dalla digestione anaerobica di biomasse residuali viene prodotto un gas ricco in metano (biogas) che può essere opportunamente trattato per essere immesso in rete o utilizzato per il trasporto, sostituendo il metano proveniente da fonti energetiche fossili.

  • A Roncocesi il primo impianto dimostrativo per la produzione di biometano per autotrazione dal trattamento di fanghi di acque reflue

    Il biogas prodotto dal trattamento acque verrà trattato da un impianto di upgrading appositamente progettato.

  • La discarica HERA

    La discarica HERA di Ravenna produrrà biometano da immettere in rete. Il primo impianto dimostrativo in Italia per la produzione di biometano per l'immissione in rete sarà realizzato nella discarica di Ravenna.

  • Il processo di upgrading

    L'upgrading consiste nella separazione dell’anidride carbonica e di altri component indesiderati dal biogas da discarica o da fanghi di depurazione attraverso diverse tecnologie. Il biogas così ottenuto arriva ad ottenere un contenuto energetico comparabile a quello del gas naturale (biometano). La tecnologia di upgrading ottimale dipende dalle portate e dalle caratteristiche del biogas in entrata.

venerdì 26 maggio 2017

Autore: BioMethER
Nessun commento | venerdì, maggio 26, 2017
Il biometano per l'Emilia-Romagna, con i suoi 253 impianti a biogas presenti, per circa 225 MWe installati (dati GSE 2015), rappresenta un settore a forte potenzialità di sviluppo, e con l'impianto di Ireti a Roncocesi si apre la strada al biometano da fanghi di depurazione.

L'altro ieri, nell'anniversario dei 25 anni del programma LIFE della Commissione Europea, l'impianto ha ospitato i partecipanti alla Prima Giornata del Biometano in Emilia-Romagna, regione prima in Europa per numero di progetti LIFE partecipati!

Quasi 70 i presenti alla giornata di approfondimento sul biometano che hanno visitato il primo impianto di upgrading di biogas da fanghi di depurazione del progetto BioMethER installato presso il depuratore Ireti a Roncocesi.  

A Roncocesi, circa 65 m3/h del biogas prodotto dalla digestione anaerobica dei fanghi di depurazione che eccedono la domanda termica dell'impianto verranno trattati nell'impianto di upgrading con tecnologia a membrane installato da SOL. Il biogas in ingresso e il biometano prodotto saranno monitorati qualitativamente per arrivare all'immissione in rete. 

>> Il biometano producibile è pari a circa 140.000 m3/anno, sufficienti a rifornire per rifornire 150 veicoli con percorrenza annua media di 15.000 km!

>> Le presentazioni sono disponibili qui







0 commenti:

Posta un commento