• Digestori anaerobici

    Dalla digestione anaerobica di biomasse residuali viene prodotto un gas ricco in metano (biogas) che può essere opportunamente trattato per essere immesso in rete o utilizzato per il trasporto, sostituendo il metano proveniente da fonti energetiche fossili.

  • A Roncocesi il primo impianto dimostrativo per la produzione di biometano per autotrazione dal trattamento di fanghi di acque reflue

    Il biogas prodotto dal trattamento acque verrà trattato da un impianto di upgrading appositamente progettato.

  • La discarica HERA

    La discarica HERA di Ravenna produrrà biometano da immettere in rete. Il primo impianto dimostrativo in Italia per la produzione di biometano per l'immissione in rete sarà realizzato nella discarica di Ravenna.

  • Il processo di upgrading

    L'upgrading consiste nella separazione dell’anidride carbonica e di altri component indesiderati dal biogas da discarica o da fanghi di depurazione attraverso diverse tecnologie. Il biogas così ottenuto arriva ad ottenere un contenuto energetico comparabile a quello del gas naturale (biometano). La tecnologia di upgrading ottimale dipende dalle portate e dalle caratteristiche del biogas in entrata.

lunedì 12 giugno 2017

Autore: BioMethER
Nessun commento | lunedì, giugno 12, 2017
La produzione di biogas al 2014 in Europa è stata circa 15 Mtoe, pari a circa il 7.6% della produzione primaria di energia europea. Il biogas è oggi ormai riconosciuto come una fonte di energia rinnovabile flessibile e sostenibile, che contribuisce alla sicurezza energetica ma anche alla riduzione di emissioni climalteranti.

E domani? La commissione europea ha voluto vederci meglio finanziando uno studio specifico sulle prospettive del settore. Secondo gli scenari proposti la produzione di biogas al 2030 sara tra le 2 e 3 volte maggiore di quella al 2014.

Le principali barriere allo sviluppo del settore biogas/biometano sono legate proprio all'assenza di un quadro stabile in cui pianificare gli investimenti e alla mancanza di effettivi incentivi alla produzione di biogas. La Commissione Europea quindi sollecita gli stati membri a sviluppare strategie nazionali in cui inquadrare biogas e biometano nell'ottica degli obiettivi di produzione di energia da fonti rinnovabili e degli obiettivi climatici collaborando con gli attori del settore.

Altro elemento essenziale è quello di un quadro di politiche di lungo termine, che integri il settore agricolo e quello dei rifiuti e che, in linea con la nuova proposta di direttiva sulle energie rinnovabili per il periodo 2020-2030, preveda un migliore sfruttamento del calore residuo degli impianti di biogas e un'azione di sensibilizzazione rivolta ai cittadini.

Fonte: Commissione Europea
Il report è disponibile qui

0 commenti:

Posta un commento