• Digestori anaerobici

    Dalla digestione anaerobica dei residui organici viene prodotto un gas ricco in metano (biogas) che può essere purificato per essere immesso in rete o utilizzato per il trasporto, sostituendo il metano di origine fossile

  • L'impianto dimostrativo di Roncocesi

    Il primo impianto dimostrativo per la produzione di biometano per autotrazione dal trattamento del biogas da fanghi di depurazione

  • Dal biogas al biometano: l'upgrading

    L'upgrading consiste nella separazione dell’anidride carbonica e di altri componenti indesiderati dal biogas da discarica o da fanghi di depurazione.

  • Dal biogas al biometano: l'upgrading

    Lo skid di upgrading degli impianti dimostrativi di BioMethER su biogas da fanghi e biogas da discarica è basato sulla tecnologia a membrane

  • Dal biogas al biometano: l'upgrading

    Il biometano ottenuto dall’upgrading arriva ad ottenere un contenuto energetico comparabile a quello del gas naturale. La tecnologia di upgrading ottimale dipende dalle portate e dalle caratteristiche del biogas in entrata.

mercoledì 8 agosto 2018

Autore: BioMethER
Nessun commento | mercoledì, agosto 08, 2018
Snam prosegue il suo impegno a favore della mobilità sostenibile e a basse emissioni. Il gruppo leader della distribuzione di gas naturale in Italia e in Europa ha firmato un doppio accordo per aumentare la dotazione di impianti destinato alle auto che utilizzano motori alimentati con il biometano.

Il primo è stato sottoscritto tra Snam e e Api: assieme vogliono realizzare 200 nuovi impianti di rifornimento di gas naturale e biometano. In base all'accordo, Snam e Api individueranno assieme le stazioni in cui installare gli impianti di metano per automobili (gas naturale compresso - Cng). Sono allo studio anche distributori di gas metano liquefatto (Lng) per mezzi pesanti. La contrattualizzazione dei primi 30 impianti avverrà entro i primi mesi del 2019.

Inoltre, Eni e Snam, attraverso la controllata Snam4Mobility, dando seguito all'accordo del maggio 2017 hanno firmato il secondo contratto per realizzare 20 nuove stazioni di rifornimento di gas naturale compresso per autotrazione in distributori Eni. Il contratto arriva a distanza di alcuni mesi dalla firma del primo applicativo su un lotto di 14 impianti di gas naturale compresso, alcuni dei quali apriranno entro il primo trimestre 2019. L'investimento per queste attività sarà nell'ordine dei 10 milioni di euro.

Fonte: Repubblica


0 commenti:

Posta un commento