venerdì 9 aprile 2021

Autore: BioMethER
Nessun commento | venerdì, aprile 09, 2021

Le auto alimentate a biometano registrano una minore usura del motore rispetto alle auto alimentate con il metano naturale.

Lo dimostrano i primi dati del monitoraggio avviato dal progetto BioMethER. Grazie a una collaborazione con Iren e Volkswagen Group Italia, è stato possibile analizzare l’impatto dell’utilizzo diretto del biometano come combustibile per l’autotrazione. 

Sono stati messi a confronto tre veicoli nuovi delle stessa marca (Volkswagen Polo TGI 1.0 90CV), due dei quali alimentati al 100% con biometano (prodotto da fanghi di depurazione nell’impianto dimostrativo di Iren a Roncocesi – Reggio Emilia), l’altro con metano naturale. 

I test sono stati effettuati nella sala di prova del Centro Ricerche ENEA della Casaccia, dotata di banco a rulli. I risultati dopo 15.000 chilometri percorsi a biometano mostrano la totale assenza di residui carboniosi sul cielo del pistone nelle vetture a biometano rispetto al veicolo alimentato a Gas Naturale Compresso. Se questo trend dovesse essere confermato anche a seguito delle ultime prove in corso, significherebbe che il biometano come biocarburante non solo è completamente equivalente al metano, ma che nel lungo periodo riduce il degrado del motore.

L'articolo completo sul Corriere Quotidiano.

0 commenti:

Posta un commento